La via della porfirite - parte seconda

Blog single

La via della porfirite - parte seconda

Camminata storico-ambientale

Il percorso della Porfirite è una sintesi del mosaico paesaggistico della Valle Cavallina superiore: la viabilità antica in quest’area seguiva il versante solatio, scorrendo a mezza costa, lì dove ora si ritrovano gli insediamenti di Endine, Ranzanico, Bianzano, per raggiungere Piano di Gaverina e salire al Colle Gallo, passaggio necessario per la Valle del Luio. Quasi tutto il percorso è segnato dalla presenza della Porfirite del Colle Gallo, unica roccia magmatica presente nella valle, con presenza di una cava poco sopra Endine e vari affioramenti tra Ranzanico e Bianzano, fino al nucleo più compatto e noto in prossimità del passo del Colle Gallo.

Lo scorso anno gli amici del Museo Cavellas hanno percorso un tratto di questa via, dalla Rova a Ranzanico. Domenica 25 settembre vi proponiamo di sperimentare la seconda parte di questo itinerario, da Ranzanico a Bianzano e alla forcella di Mologno, guidati dal prof. Mario Suardi e dal prof. Aldo Avogadri. Ecco l'itinerario: partenza alle ore 9.00 dalla piazza dei Caduti, nel centro storico di Ranzanico, in prossimità della torre; si sale per la mulattiera che porta alle antiche cave di Porfirite e di Calcare di Zorzino; proseguendo per un recente tracciato si attraversa un bosco xerofilo insediato sui macereti fino al terrazzo di Piazza del Vento (700 m slm), punto panoramico che si affaccia sul paesaggio della Valle Cavallina; si raggiunge il centro storico di Bianzano (600 m slm) e dopo una breve tappa al ristoro ‘dei Templari’, si arriva all’antica chiesa di Santa Maria dove è prevista la pausa pranzo, al sacco. E’ possibile la visita all’edificio religioso. Si rientra a Ranzanico su di un tracciato diverso da quello dell’andata, lungo la strada della Croce che collegava in antico i due paesi. Rientro previsto per le ore 16.00.

L’interesse del percorso è nettamente storico naturalistico, si sviluppa su di un dislivello di 200 m, per circa 6 km.

Partecipazione gratuita. Per informazioni e iscrizioni: info@museocavellas.it, cel. 329 7197870